SOSTITUTO D'IMPOSTA - Istituto Fiduciario Ambrosiano

LA FIDUCIARIA DEI PROFESSIONISTI
Vai ai contenuti
SOSTITUTO D'IMPOSTA PER RENDITE FINANZIARIE GENERATE DA INVESTIMENTI FINANZIARI NAZIONALI ED ESTERI

Per i proventi di denaro o natura derivanti dal possesso di taluni titoli il regime di tassazione previso dal d.lgs 239/96 ha introdotto un'imposta sostitutiva applicata dagli intemediari finanziari abilitati e ha individuato due categorie di soggetti:

  • i lordisti ai quali non si applica l'imposta sostitutiva e che percepiscono il provento senza subire ritenue alla fonte;
  • i nettisti nei cui confronti viene applicata l'imposta sostitutiva e che percepiscono il provento al netto della tassazione.

Soggetti alla disciplina dell'imposta sostitutiva sono i proventi relativi ai seguenti titoli:

  • titoli pubblici ed equiparati emessi in Italia e all'estero;
  • obbligazioni e titoli similari emessi in Italia e all'estero da soggetti residenti quali Banche (sia quotate che non), Società per Azioni con azioni negoziate in mercati regolamentati dagli Stati membri UE e dagli Stati aderenti all'Accordo sullo spazio Economico Europeo inclusi nella white list, gli enti pubblici economici trasformati in SPA;
  • titoli obbligazionari emessi da ent territoriali;
  • obbligazioni e titoli similari emessi in Italia o all'estero da soggetti non residenti;
  • alcuni titoli senza cedola.

Come previsto dall'art. 2 comma 2, d.lgs 239/96, l'imposta sostitutiva è applicata dalla società Fiduciaria che interviene nel pagamemto delle cedole o nelle operazioni di compravendita e di trasferimento titoli (ove per trasferimento si intende ogni atto che comporti il mutamento della titolarità giuridica dei titoli; in questo caso è il soggetto che dispone l'operazione a dover versare alla società Fiduciaria la provvista per il pagamento dell'imposta sostitutiva).

SOSTITUTO D'IMPOSTA SULLE RENDITE FINANZIARIE NELL'AMBITO DEL REGIME AMMINISTRATO

Quando si è in presenza di uno stabile rapporto con una società Fiduciaria è possibile l'esercizio dell'opzione per il regime amministrato mediante una dichiarazione sottoscritta per ogni rapporto. In questo caso, la società Fiduciaria applicherà le dovute ritenute o imposte sostitutive sui redditi di capitale e sui redditi diversi in base al principio di cassa e in forza dello specifico rapporto implicante il deposito per l'amministrazione e la custodia dei valori mobiliari. Sono escluse dall'applicazione di questo regime le plusvalenze derivanti da cessioni di partecipazioni qualificate.

La tassazione sarà in base al realizzo, per ciascuna operazione, dei redditi diversi, con applicazione, da parte della società Fiduciaria, delle imposte sostitutive. Il calcolo delle plusvalenze da assoggettare a tassazione viene eseguito con il metodo del costo medio ponderato.

Vi è la possibilità di compensare le plusvalenze con le minusvalenze precedentemente conseguite presso la società Fiduciaria e di riportare a nuovo le eccedenze negative, compensabili con plusvalenze successive entro 4 anni.
Un'altra caratteristica è l'esclusione dal monitoraggio fiscale, in capo alla persona fisica, sia interno che esterno, assicurando in tal modo al contribuente l'anonimato.
Inoltre, l'esclusione dell'applicazione di questo stesso regime delle plusvalenze derivanti da cessioni di partecipazioni qualificate, per le quali è sempre obbligatorio il regime della dichiarazione dei redditi.


Tel +39 0258307229 / 0258307231
FAX + 39 0258307383

Email info@ifafiduciaria.it

Istituto Fiduciario Ambrosiano S.r.l.
Via Larga 7, 20122 Milano
Capitale Sociale deliberato Euro 150.000
P. IVA 03706110156
Torna ai contenuti